Skateboard elettrico auto bilanciato: la rivoluzione ha inizio

Sono diventati i gadget più divertenti da usare per grandi e piccini: gli skateboard elettrici sono prodotti futuristici che non solo riescono ad essere molto divertenti da usare, ma permettono anche di aiutarti ad organizzare i tuoi spostamenti nel quotidiano. Grazie alle sue ruote (a differenza dei monocicli elettrici che ne hanno solo una) ti permettono lo spostamento senza l’uso di un manubrio, ma risultano essere molto facili da guidare sfruttando il movimento del corpo e la pressione dei tuoi piedi.

In linea generale infatti per spostarti in avanti con il tuo skate potrai spingere verso il basso la punta del piede, mentre se vuoi rallentare o curvare dovrai fare forza sui talloni. Ciascuna ruota monta un motore e una serie di sensori che permettono di rilevare inclinazione e velocità di movimento; il sensore è attivato proprio dal peso fin dal momento in cui salirai a bordo e si occupa sempre di inviare le informazioni raccolte a una scheda di controllo e a un giroscopio. Questi due sono collocati all’interno della piattaforma d’appoggio. Come capirai il funzionamento di ogni skate è facilmente regolato da queste informazioni che sono processate da un computer che comunica con i motori delle due ruote, impostando così la velocità e come ruotare.

Ti stai chiedendo perché rappresenti un valido sostituto alle auto e agli scooter se vuoi spostarti per brevi tragitti? Per prima cosa lo skateboard elettrico autobilanciato ha design molto semplice e classico, è spesso compatto e semplice, può essere trasportato con estrema facilità e ti aiuta a raggiungere anche strettoie e tratti di strada che apparentemente sembrano essere più ostici. E’ maneggevole, ti permette di entrare anche nelle ZTL e funziona, come detto, solo grazie al movimento dei piedi, lasciandoti libertà totale nella parte alta del corpo, soprattutto le mani.

Non dovrai allenarti a lungo per imparare a guidarlo, ma avvertirai fin da subito la sensazione di grande sicurezza ed equilibrio. Essendo un oggetto progettato per coprire le piccole distanze, con un’autonomia della batteria ridotta e una velocità limitata, non avrai nulla da temere. Ti consigliamo però di far indossare sempre un caschetto ai più piccoli qualora vogliano provare a usarlo, perché trattandosi comunque di un mezzo di trasporto, i più piccoli devono imparare a usarlo al meglio evitando eventuali problematiche spiacevoli.

Se imparerai a usarlo in modo intelligente, potrai spostarti con facilità e massima funzionalità, non solo verso il lavoro, ma anche per muoverti verso la scuola, vivendo nel rispetto dell’ecologia.

Traghetti per la Sardegna: come scegliere?

Amico e amica turista, questa breve guida è dedicata a te. Sì proprio tu che sei alla ricerca di qualche consiglio utile per organizzare un viaggio in traghetto verso una delle più belle location del panorama italiano: la Sardegna! Se ami il mare e desideri ammirare le più emozionanti realtà sarde, allora un viaggio in traghetto saprà unire due aspetti fondamentali: da un lato la possibilità di vivere un’avventura unica e dall’altro quella di risparmiare un po’ sul prezzo totale della tua fuga alla ricerca di relax e divertimento. La scelta della nave per raggungere la Sardegna però non sarà così facile, ma sarà opportuno cercare di analizzare bene le offerte con un po’ di anticipo in modo da riuscire a rispettare al meglio ogni tuo bisogno ed esigenza. E’ vero, l’estate è ancora lontanissima, ma chi l’ha detto che la Sardegna sia una meta consona solo per gli appassionati di sole, alte temperature e mare?

Per prima cosa cerca sempre di partire con una chiara idea del budget da usare e cerca sempre di non fermarti mai alle prime offerte che le compagnie o le agenzie lanciano sul mercato. Le principali compagnie di traghetti infatti vanno a proporre per ogni periodo dell’anno interessanti promozioni, in alcuni casi con posti limitati o con scadenze periodiche.

La compagnia di traghetti genova olbia con Moby, per esempio, garantisce sempre un’offerta per i residenti sardi con biglietti a prezzi convenienti e disponibili fino a esaurimento posti. Ti consigliamo anche di controllare le tratte Livorno-Olbia, la Genova-Olbia e la Civitavecchia-Olbia che sono ormai una vera certezza e sanno sempre riservare piacevoli sorprese. E’ bene precisare che il porto di Civitavecchia è il maggiore d’Italia per traghetti nonché il secondo scalo europeo; insomma una scelta garantita!

La Sardinia Ferries invece gestisce anche molti collegamenti tra Francia e Corsica, ed ha una sola rotta con l’isola sarda, che va da Livorno al Golfo Aranci. Con Grandi Navi Veloci la Sardegna viene collegata con i porti di Genova, Porto Torres ed Olbia, con navigazioni che prevedono varie offerte con disponibilità limitata. Il Porto di Genova è sicuramente uno scalo multifunzione e polivalente, che garantisce il maggior numero di collegamenti, grazie alle partenze con navi di Moby, Tirrenia e Grandi Navi Veloci.

Cerca sempre di tenere sotto controllo ogni diversa promozione, stabilendo per tempo quando partire per arrivare poi alla scelta perfetta della compagnia marittima che faccia al caso tuo. Potrai anche valutare la possibilità di imbarcare la tua automobile o moto, trovando tratte favorevoli proprio per questo tipo di opzione.

Rimedi Naturali per l’insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno che generalmente indica una sorta di  difficoltà nel dormire o nell’addormentarsi. L’insonnia può causare occhiaie, stanchezza e irritabilità. Allo stesso modo, la sonnolenza diurna e la scarsa concentrazione che ne deriva può causare seri problemi nella guida di auto o difficoltà nel lavoro e nella vita sociale. Ma è possibile intervenire, sia con prodotti di farmacia che con i rimedi naturali e tradizionali per dormire tranquillamente e tra loro ci sono anche quelli popolari. Un rimedio che è stato suggerito dalle nostre nonne era di mantenere i piedi al caldo, con un asciugamano scaldato appunto, o utilizzando un paio di calzini; è consigliato anche strofinare i piedi di olio di mandorle prima di coricarsi (in particolare tra le dita dei piedi). Un altro ottimo rimedio che aiuta a combattere l’insonnia è di bere un bicchiere di latte caldo prima di andare a coricarsi per favorire l’arrivo del sonno. Sempre dalle nostre nonne un altro consiglio per allietare il sonno notturno è quello di far bollire una tazza di acqua con due grammi di foglie di arancio, a cui poi si deve aggiungere lo zucchero a piacere, o ancora meglio, del buon miele, lasciare riposare e bere poi ben caldo.

Ebook reader: Una breve guida all’acquisto

Sei in procinto di acquistare un ebook reader ma non sai da dove iniziare? Ritagliati pochi minuti di tempo per scoprire insieme a noi quali sono le caratteristiche essenziali per scegliere un dispositivo che sia adatto alle tue necessità. Devi sapere che gli ebook reader montano dei display e-ink, ciò significa che sfruttano l’inchiostro digitale e non hanno retroilluminazione, per questo non affaticano la vista durante la lettura. Devi optare per un modello che abbia inoltre un display con un alto numero di PPI (che sono i punti per pollice), poiché più questo valore è alto e maggiore è la definizione dei contenuti.

Ovviamente non si può parlare di ebook reader senza il touch screen: ti permetterà sempre di avere la sensazione di sfogliare le pagine virtualmente, proprio come se tenessi in mano un libro vero e proprio, nella sua forma cartacea. Inoltre sfruttando il touch screen potrai anche evidenziare i testi o selezionare una parte dei contenuti sul tuo schermo, il tutto in modo rapido e pratico.

In base al budget che vorrai spendere potrai spingerti anche verso gli ebook reader di fascia alta, che sono quelli dotati di un sensore di luminosità che ti aiuta sempre a regolare automaticamente il livello di luminosità in base alla luce dell’ambiente in cui ti trovi. Passiamo poi all’importanza legata alla connettività: dovrai poter sfruttare sempre una connessione internet in Wi-Fi, per poter scaricare i tuoi libri da leggere senza per forza trasferirli dal computer. Alcuni modelli sono venduti anche con integrazione di una connessione in 3G, ma spesso è sufficiente garantire il Wi-Fi per portare a termine ogni tua operazione.

Considera sempre che i libri digitali hanno diversi formati come il PDF, ePub, AZW e Mobi. E’ importante quindi che gli ebook reader siano sempre in grado di supportarli senza particolari problemi, anche se esistono sul mercato delle particolari eccezioni: ci sono per esempio i Kindle Oasis di Amazon che non consentono l’apertura dei file ePub.

Infine cerca sempre di scegliere il tuo ebook in base alla capacità di memoria: è vero che i libri elettronici non occupano molto spazio, ma è sempre importante disporre di una discreta capacità di archiviazione, così da gestire liberamente tutti i libri che preferisci, senza limiti. Qualora poi dovessi terminare lo spazio libero sul tuo dispositivo potrai a posteriori acquistare una scheda SD esterna che ti aiuterà facilmente a espandere le capacità del tuo ebook reader. Pochi semplici consigli per riuscire a trovare il modello più adatto a te!

Come aumentare i follower su instagram: consigli pronti per l’uso

Vuoi promuovere il tuo brand sui social network o semplicemente cerchi un modo per poter aumentare la tua visibilità andando ad aumentare followers Instagram? Non siamo qui per spiegarti come usare questa app, ma bensì per conoscerla a fondo, imparando a usare tag e postare contenuti interessanti per massimizzare i tuoi obiettivi. Al contrario di Facebook o Twitter, Instagram viaggia su un binario tutto suo, ben definito: può risultare più difficile aumentare i propri numeri se non si prendono in considerazione una serie di consigli e dettagli utili.

Scopriremo insieme come fare per aumentare i follower su Instagram imparando a usare i tag e qualche trucco utile per migliorare il tuo profilo con un pizzico di pazienza.

Aumenta i tuoi follower: ecco come fare?

Quando si vuole aumentare il numero di seguaci è fondamentale partire dalla pubblicazione: una foto infatti deve ottenere un buon numero di like al momento della pubblicazione per riuscire a finire nei suggerimenti di Instagram, elemento che da solo è sinonimo di popolarità e massima possibilità di ottenere più seguaci.

Per riuscire ad affrontare al meglio il processo di crescita ti consigliamo di utilizzare Iconosquare, un tool per che ti permetterà di gestire il tuo account su Instagram direttamente dal tuo computer, commentando e interagendo con altri utenti. La sua particolarità è quella di fornire informazioni su quando è meglio pubblicare, oltre a poter consultare statistiche sui mi piace e il tutto a titolo gratuito.

Altri strumenti utili per la pubblicazione sono TakeOff, un’app utile per ricordarti quando pubblicare o per postare foto a nome tuo, e TagsForLike, che ti aiutare a copiare quegli hashtag che sono i più popolari del momento e più cliccati di Instagram.

Cosa devi curare se vuoi aumentare i follower:

  • Prima cosa sono gli hashtag che ti consentono di aumentare i like alla tua fotografia;
  • Non ignorare l’importanza dei filtri che sono altrettanto popolari e incidono fortemente sul tipo di effetto che la tua foto potrà trasmettere;
  • Scegli le tue foto con criterio: prima di tutto cerca di capire chi è il pubblico che ti segue e soprattutto che cosa vuoi trasmettere tu con ogni scatto;
  • Collega il tuo profilo a Facebook, permettendo così ai tuoi amici di seguirti ed aumentare da subito la tua cerchia.

Ricorda sempre che è importante essere il primo a commentare e mettere like ad altre foto perché è un modo per ottenere visibilità e cercare quindi di ottenere altri seguaci.

 

Trovare l’amore dopo i 40 anni: con i siti di incontri è più divertente

Chi l’ha detto che trovare l’amore dopo i 40 anni sia difficile? Sfatiamo questo mito andando a parlare di una delle modalità più amate per trovare un partner: affidarsi ai siti online e alle app di dating. I siti di incontri sono sicuramente un mezzo valido per trovare la persona perfetta per stare al tuo fianco: per questo abbiamo pensato di consigliarti in merito alle migliori scelte per le piattaforme online.

Nell’epoca dei social network è della tecnologia 2.0 anche la ricerca della tua anima gemella diventa in qualche modo interattiva: se fino a qualche anno fa ci si avvicinava ai siti online con una certa diffidenza, ad oggi sono una costante sempre più in voga. Basta poco: una foto profilo, una serie di informazioni sulla tua persona e il gioco è fatto! E in questo la fascia d’età spazia allontanando ogni possibile limite: dai 18enne fino agli over 50enni, pronti a rimettersi in gioco senza paura.

Se per molti quarantenni o cinquantenni diventa difficile trovare la propria anima gemella, spesso per il proprio stile di vita o per timidezza, migliori siti per incontri per single vengono in tuo soccorso con piattaforme dedicate proprio alle persone più adulte, creati proprio per offrire esperienze che siano positive e divertenti. Tra questi troviamo per esempio il sito Club-50plus.it che è appositamente dedicato alle persone over 50, anche se l’accesso è aperto anche per gli under 50. Collegandoti al sito noterai che viene permessa l’iscrizione alle persone che sono nate dal 1920 al 1971, così da non ritrovarsi con un gap estremamente eccessivo. Discorso analogo per www.parship.it che vanta 23 mila nuovi iscritti ogni settimana, garantendo sempre nuove proposte per i single. In questo caso non vi è alcun limite di età per potersi iscrivere, con una registrazione che è completamente gratuita. Non possiamo poi non citare www.meetic.it divenuto ormai una certezza tra i più adulti e non solo: è il sito leader nel settore del dating sul web. E infine, se non volete una relazione seria ma cercate solo un po’ di sano divertimento, troverete ciò che fa per voi su www.soloavventure.it, perché oltre al vero amore può anche esistere qualcosa di diverso ma altrettanto appagante.

Come capirai vi è una vasta community che ti aiuterà nella ricerca del partner e di nuove amicizie con le quali trascorrere la tua vita e il tuo tempo libero. E’ tutto alla portata di un click!

JuicePresso: l’estrattore di succhi vivi di terza generazione

Se sei alla ricerca di informazioni in merito agli estrattori di succhi vivi, sei capitato nel luogo giusto! Insieme parleremo di un prodotto che è diventato in breve tempo uno dei migliori elettrodomestici presenti sul mercato.

L’estrattore di succo Juicepresso Coway è il tuo alleato numero uno nella preparazione di succhi gustosi e ricchi di vitamine: ha un sistema di estrazione a freddo, grazie al quale crea prodotti che sono in grado di mantenere le proprietà nutritive, come le vitamine, che sono all’interno di frutta e verdura. Il Juicepresso funziona a 40 giri al minuto, ha una frequenza di 50Hz e una potenza di 150 Watt, con dimensioni molto ridotte, poiché il suo obiettivo è quello di svilupparsi verticalmente.

Vediamo insieme di scoprire quali sono le sue caratteristiche base:

  • Peso 4,8kg;
  • Dimensioni 15 cm x 43,5 cm x 19,4 cm;
  • Estrazione lenta a freddo;
  • Meccanismo di estrazione  con coclea di spremitura;
  • Giri al minuto 40;
  • Frequenza 50Hz;
  • Potenza motore 150W.

Una volta ricevuta la confezione troverai un corpo motore e tutti i suoi componenti, più un manuale delle istruzioni in lingua inglese. La brocca trasparente si presenta con due diversi condotti di scarico, utili da un lato per la polpa, mentre dall’altro per il succo. La coclea si struttura con un sistema 3 in 1, per permettere così di facilitare in modo netto la fase di pulizia. E’ questo uno dei suoi grandi vantaggi che lo differenzia dalla maggior parte degli estrattori che si formano con almeno una decida di componenti.

Con l’estrattore di succo Juicepresso sarai in grado di spremere qualsiasi tipo di frutta, verdura ed erbe, senza andare a intaccare il loro apporto vitaminico o l’integrità del gusto. Sentiamo di consigliarlo in quanto spremitore a lenta estrazione è un dispositivo a bassa velocità, estremamente facile da usare e smontare. In pochi minuti non otterrai solo succhi di frutta o verdura, ma anche latte di soia, latte di mandorle e qualsiasi altro prodotto fresco. Prima di inserire frutta e verdura al suo interno, ricorda sempre che più piccoli sono i pezzi e migliore sarà il risultato finale.

Unico svantaggio è dato dai tempi di utilizzo: generalmente dopo circa 20 minuti è consigliabile spegnere il motore per evitare che si sovraccarichi. Se cerchi di capiere se è meglio acquistare una centrifuga o estrattore di succhi leggi questo articolo. Ma va detto che raramente l’estrattore viene lasciato in funzione oltre i 20 minuti, poiché è un tempo abbondante che permette di estrarre grandi quantità di succo per te e la tua famiglia. Il discorso è quindi da rivolgersi generalmente a chi ne vuole fare un uso professionale.

Oro come forma di investimento: i vantaggi

L’oro fisico e i suoi vantaggi: sì, perché questo metallo prezioso racchiude in se il fascino più puro e la sicurezza più assoluta in tema di investimento. L’oro fisico, anche sotto forma di sterlina oro rappresenta la scelta migliore nell’ottica di un investimento, perché è un metallo pregiato di difficile estrazione; questo porta ad avere un andamento molto più lento rispetto a una regolare richiesta di mercato con le quotazioni dell’oro che vanno a salire ad un ritmo superiore rispetto all’inflazione.

Aggiungiamoci anche che il metallo pregiato è un bene tangibile e come tale non è soggetto a rischio di default, anche se il sistema economico e degli stati dovesse mai subire un netto crollo; anzi, davanti a un possibile default le istituzioni e le persone che cercano di investire non farebbero altro che riversarsi subito verso il “pianeta oro”, andando così a far aumentare il suo prezzo.

Uno dei metodi di investimento più utilizzato è la sterlina d’oro, pregiatissima moneta nata in Gran Bretagna: la sterlina è una moneta esenti da IVA (grazie all’entrata in vigore della Legge n. 7/2000), può essere trasportata in modo sicuro e con grande facilità e il suo investimento è frazionabile. Vantaggi che sono impossibili da ignorare.

Altra forma di investimento oltre all’oro può essere l’argento. In questo caso è bene tenere in considerazione anche la quotazione argento in tempo reale per sapere come varia il valore di questo metallo nobile nel corso del tempo. Anche l’argento come l’oro si può comprare sotto forma fisica o in certificati.

Porsche, al via le assunzioni di 1400 persone per puntare sulle auto elettriche

La Porsche è alla ricerca di personale: il motivo? In Germania si stanno cercando almeno 1400 persone, nella zona di Stoccarda, per farle diventare nuovi dipendenti dell’azienda in modo da andare a creare un progetto davvero importante che mantenga il passo con i tempi. Si vuole costruzione un’auto elettrica che sarà considerata il simbolo del futuro. E’ questo l’obiettivo del nuovo piano assunzioni presso la città di Zuffenhausen, in modo da dare il via all’auto elettrica Mission E, che potrebbe essere immessa sul mercato entro il 2020. Sarà una delle prime auto sportive con 600 cavalli, capace di raggiungere in soli tre secondi la velocità di 100 chilometri orari.

Di questi 1400 dipendenti almeno 200 dovranno dedicarsi ai settori dell’information technology e del digital. Tale mossa di mercato testimonia che anche un leader assoluto come Porsche non vuole restare a guardare quando si tratta di seguire lo sviluppo e l’avanzamento tecnologico in campo automobilistico. Ovviamente le persone assunte saranno trasferite presso lo stabilimento di lavoro designato e potranno subito iniziare a lavorare sul progetto che si presenta come il più interessante dei prossimi anni.

Al momento Porsche fa parte del Gruppo Volkswagen, un’altra grande potenza che si sta mettendo in gioco con le auto elettriche. Entro il 2020, come detto, è prevista l’immissione dell’auto l’elettrica Mission E nel mercato europeo.

Tra le varie figure di rilievo che si stanno cercando, l’azienda punta su esperti che abbiano conoscenze a livello di e-mobility, di digitalizzazione e di tutto ciò che riguarda la connettività in merito al settore automobili. In questo modo si potrà lavorare su una produzione digitale con l’obiettivo di modernizzare l’ambiente di lavoro, concetto primario sul quale punta uno dei membri del comitato esecutivo del gruppo Porsche, Andreas Haffner.

Se pensi di avere talento e ti senti portato per questo tipo di lavoro, poiché possiedi le conoscenze richieste potresti a breve realizzare il tuo grande sogno. Del resto l’azienda vive una competizione diretta con fornitori e non solo con altre attività aziendali: per questo la fase di ricerca sembra essere diventata fondamentale per andare a creare un progetto che potrà sicuramente diventare la rivoluzione di un intera rivoluzione elettrica a livello automobilistico.

E’ innegabile che l’evoluzione del settore automotive ha dato inizio a una serie di nuove specializzazioni e di esigenze lavorative che possono aprire la porta verso nuove professioni e figure altamente professionali che segnano l’inizio di un nuovo importante capitolo.

Che cos’è l’implantologia dentale? Quali garanzie offre?

L’implantologia dentale è una branca della dentistica particolarmente importante, la quale è stata protagonista, negli ultimi tempi, di sviluppi davvero importanti.

L’implantologia consente di fatto a qualsiasi paziente di ottenere una dentatura artificiale pressoché identica a quella naturale, perfetta sia per quel che riguarda la funzionalità che l’aspetto estetico.

Per mezzo dell’implantologia, dunque, si può risolvere in modo brillante qualsiasi problema ai denti, anche nel caso in cui uno o più denti siano compromessi in modo molto grave ed evidente.

In che cosa consiste, esattamente, l’implantologia?

Spesso l’implantologia è confusa con la semplice applicazione di protesi dentarie, in realtà il concetto di fondo è molto differente.

Mentre le protesi sono, appunto, degli elementi indipendenti che vengono impiegati in maniera sostitutiva rispetto alla dentatura naturale, gli impianti dentali si sostituiscono ai denti naturali in maniera stabile, integrandosi in maniera fissa, appunto, con l’osso di sostegno.

L’uomo, storicamente parlando, si è spesso misurato con interventi di implantologia, fin da tempi molto antichi.

I risultati sono stati, in genere, poco soddisfacenti, dal momento che l’organismo tende a rigettare gli elementi esterni, tuttavia come detto i più recenti sviluppi che si sono verificati in questo ambito hanno potuto offrire delle solide garanzie ai pazienti.

In particolare, oggi l’implantologia si fonda sull’osteointegrazione cosiddetta a carico immediato: l’impianto viene integrato all’osso di sostegno in maniera stabile e sicura, ed oggi, a differenza di pochi anni fa, il paziente può riprendere a masticare e ad utilizzare normalmente la propria dentatura proprio come se si trattasse dei suoi denti naturali.

In precedenza, infatti, analoghi interventi richiedevano grossi sacrifici da parte del paziente, il quale era costretto ad alimentarsi solo con liquidi per diverse settimane; oggi, come detto, questo problema non si pone affatto.

Insomma, l’implantologia dentale è oggi divenuta una soluzione davvero eccellente per poter risolvere il problema di uno o più denti danneggiati, in modo stabile e perfetto anche sul piano dell’estetica.